Skip to main content

Credito d’imposta edicole

Nella legge di Bilancio 2019 L. 145/2018 sono state introdotte delle agevolazioni per la vendita al dettaglio di giornali e periodici mediante un credito d'imposta per le edicole fino a 2.000 euro.

Per il 2019 e il 2020 i rivenditori operanti unicamente nel settore della vendita al dettaglio di periodici, riviste e giornali si vedranno riconosciuto un credito d'imposta per gli importi di IMU, TASI, Cosap e TARI in relazione ai locali ove si svolge la suddetta attività commerciale al dettaglio, e per altre eventuali spese (di locazione e non) individuate con apposito decreto, anche in relazione alla mancanza di punti vendita della stampa nel comune interessato.

L'agevolazione si estende anche agli esercenti attività commerciali non esclusivi qualora l’attività commerciale sia l'unico punto vendita al dettaglio di riviste, giornali e periodici nel comune individuato.

Il credito d'imposta è stabilito in massimo 2.000 euro ed è usufruibile unicamente in compensazione mediante modello F24.

Le disposizioni applicative saranno stabilite da un decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*