Skip to main content

Comunicazione dati al Sistema Tessera Sanitaria Nazionale entro il 31 gennaio

Entro il 31 gennaio 2019 aziende sanitarie, professionisti del settore sanitario e farmacie devono inviare i dati delle spese mediche sostenute dai contribuenti nel 2018 per la predisposizione della dichiarazione dei redditi precompilata..

Coloro che sono assoggettati all'obbligo di invio dati al Sistema Tessera Sanitaria Nazionale per l’anno 2019 non dovranno utilizzare la fatturazione elettronica.

In relazione ai dati da inviare al Sistema Tessera Sanitaria, gli operatori del settore si sono trovati dapprima difronte ad un esonero e poi davanti a un divieto di fatturazione elettronica. La Legge di Bilancio 2019 ha apportato una modifica alla prima versione normativa del D.L. 119/2018 per cui, per il 2019, i soggetti tenuti all'invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria non possono emettere fatture elettroniche, con riferimento alle fatture i cui dati sono da inviare al sistema suddetto.

Il riferimento è alle persone fisiche perciò le operazioni rese a soggetti diversi dalle persone fisiche sono soggette a fatturazione elettronica giacché i dati collegati non devono essere inviati al Sistema Tessera Sanitaria Nazionale.

L’obbligo di invio delle informazioni al Sistema Tessera Sanitaria Nazionale ricade su farmacie, aziende ospedaliere e strutture accreditate e non con il Sistema Sanitario Nazionale, strutture autorizzate alla vendita al dettaglio dei medicinali veterinari, esercenti arte sanitaria ausiliaria di ottico che hanno effettuato la comunicazione al Ministero della salute, Asl, medici e odontoiatri, para-farmacie, iscritti agli albi professionali degli psicologi, ostetriche, tecnici sanitari di radiologia, infermieri e medici veterinari.

L’invio può essere effettuato esclusivamente in modalità telematica con l’accesso al portale dedicato.

Gli operatori possono autenticarsi in diversi modi: mediante nome utente e password (precedentemente richieste al sistema), tramite Carta Nazionale dei Servizi e smart card, tramite Entratel o utente Siatel-Puntofisco.

La comunicazione al STS deve essere effettuata entro il 31 gennaio 2019.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*