Skip to main content

Calendario delle scadenze fiscali di dicembre 2018

Mese di scadenze fiscali, degli adempimenti IVA, della rottamazione bis delle cartelle esattoriali e del saldo IMU e TASI, dicembre porta con sè una serie di obblighi fiscali ben specificati nel calendario fiscale dell’Agenzia delle Entrate

Ormai scaduti il 3 dicembre i termini per il versamento dell’imposta di registro sui contratti di locazione e affitto stipulati o tacitamente rinnovati il 1° novembre scorso per quei soggetti che non hanno optato per il regime della cedolare secca e il 7 dicembre i termini per la rottamazione delle cartelle esattoriali di cui al D.L. 148/2017 per coloro che hanno aderito alla rottamazione bis senza effettuare i versamenti nei mesi scorsi aderendo automaticamente della Rottamazione Ter sull'importo residuo dovuto (che sarà versato in 5 anni da luglio 201), entro il 17 dicembre è  necessario effettuare il saldo di IMU e TASI e adempiere, mediante modello F24, agli obblighi IRPEF e INPS.

Al 17 dicembre è slittato inoltre il termine per l’annotazione delle fatture attive del mese precedente e per l’annotazione nel registro dei corrispettivi degli incassi del mese precedente, se risultanti da scontrini o ricevute fiscali; stesso termine per l’emissione e l’annotazione della fattura differita relativa a consegne o spedizioni del mese precedente sulle quali è stato emesso il documento di trasporto o altro equivalente ed anche per il versamento dei contributi eccedenti il minimale derivanti da Redditi 2018.

Il 27 dicembre professionisti e imprese dovranno effettuare il versamento IVA dell’anno per l’ultimo trimestre per quei contribuenti che presentano trimestralmente le liquidazioni periodiche o per l’ultimo mese per coloro che presentano le liquidazioni periodiche mensilmente, sempre mediante modello F24 (è possibile la compensazione dell’imposta dovuta con gli eventuali crediti).

Entro il 27 dicembre sarà possibile presentare anche gli elenchi Itrasat riepilogativi mensili di cessioni e acquisti intracomunitari del mese precedente.

Per finire, entro il 31 gli eredi dei soggetti deceduti dopo il 28 febbraio 2018 dovranno versare le imposte sui redditi a saldo 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*