Skip to main content

Riscatto della laurea a fini previdenziali

In crescita le domande di riscatto della laurea inoltrate all'Inps, per valorizzare a fini pensionistici il periodo del percorso di studi. Il riscatto del corso di studi è disciplinato dal D.lgs. 184/1997.

Può accedere all'istituto solo chi ha conseguito il titolo di studio (diploma di laurea o titolo equiparato). Una volta conseguito il titolo, anche il soggetto inoccupato può farne domanda ma non deve essere mai stato iscritto ad alcuna forma di previdenza e non deve aver iniziato attività lavorativa in Italia o all'estero.

Si può riscattare sia il periodo della durata legale del corso di studio, sia solo una parte di esso. Si possono riscattare anche i diplomi di specializzazione e i dottorati di ricerca, i titoli conseguiti all'estero aventi valore legale in Italia ed anche due o più corsi di laurea. Non possono essere riscattati gli anni fuori corso e i periodi già coperti da contributi obbligatori o figurativi.

Non sempre il riscatto della laurea è vantaggioso. Il costo cambia a seconda del regime previdenziale, retributivo e contributivo, in cui ricade il periodo da riscattare ed è legato all'età, alla retribuzione e al sesso del richiedente. L’ammontare può essere pagato in unica soluzione o fino a 120 rate mensili senza interessi. Il contributo è versato all’Inps in evidenza contabile separata del Fondo Pensione Lavoratori Dipendenti (FPLD) e rivalutato secondo le regole del sistema contributivo, con riferimento alla data della domanda.

L' introduzione della cosiddetta Quota 100 potrebbe far sì che un maggior numero di lavoratori possano raggiungere gli anni contributivi necessari per la pensione. La manovra pensionistica (che dovrebbe entrare in vigore dal prossimo anno), permetterà l'accesso alla pensione anticipata con 62 anni di età e un'anzianità contributiva di minimo 38 anni.

Il riscatto degli anni di studio all'università permette di aggiungere almeno due anni di contribuzione a seconda della durata del corso di studi.

La domanda di riscatto degli anni di laurea fa parte delle prestazioni previdenziali cui si applica il termine di decadenza di cui all'articolo 47 del Dpr 693/1970: il soggetto che presenta domanda per ottenere il riscatto del periodo del corso di laurea decade dall'esercizio del diritto se non effettua il pagamento previsto entro dieci anni.

Con una guida sul proprio sito, l’Inps spiega come inoltrare domanda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*