Skip to main content

Quadro G del modello 730/2018, crediti d’imposta.

In questo quadro vanno indicati:

  • i crediti d’imposta relativi ai fabbricati;
  • il credito d’imposta per il reintegro delle anticipazioni sui fondi pensione;
  • il credito d’imposta per i redditi prodotti all’estero;
  • il credito d’imposta per gli immobili colpiti dal sisma in Abruzzo;
  • il credito d’imposta per l’incremento dell’occupazione;
  • il credito d’imposta erogazioni liberali a sostegno della cultura Art bonus;
  • il credito d’imposta per negoziazione e arbitrato;
  • il credito d’imposta per erogazioni liberali a sostegno degli investimenti in favore della scuola School bonus;
  • il credito d’imposta per la videosorveglianza;
  • il credito d’imposta per le mediazioni.

(altro…)

Approfondisci

Quadro F del modello 730/2018: acconti, ritenute, eccedenze e altri dati

Nel quadro F del modello 730 sono indicati:

  • i versamenti di acconto e i saldi relativi all’Irpef, alle addizionali regionale e comunale e alla cedolare secca sulle locazioni;
  • le eventuali eccedenze risultanti dalle precedenti dichiarazioni, i crediti non rimborsati dal datore di lavoro per l’Irpef e per le addizionali regionale e comunale, il credito d’imposta sostitutiva sui redditi diversi di natura finanziaria;
  • le ritenute e gli acconti sospesi per eventi eccezionali;
  • gli importi dell’acconto Irpef, dell’addizionale comunale all’Irpef e della cedolare secca sulle locazioni per il 2017, che il contribuente può chiedere di trattenere in misura inferiore rispetto a quanto risulta dalla liquidazione della dichiarazione, e il numero di rate per la rateizzazione dei versamenti delle imposte risultanti dalla liquidazione della dichiarazione;
  • i dati da indicare nel modello integrativo;
  • le soglie di esenzione dell’addizionale comunale fissate da alcuni comuni;
  • altri dati (es. ritenute relative a redditi percepiti tramite pignoramento presso terzi);
  • le ritenute del 21 per cento, applicate sull’importo del canone o corrispettivo lordo indicato nel contratto, relative ai contratti di locazione breve conclusi con l’intervento di soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare, anche attraverso la gestione di portali on-line, se tali soggetti intervengono anche nel pagamento o incassano i canoni o i corrispettivi derivanti dai contratti di locazione breve.

(altro…)

Approfondisci

Quadro E del modello 730/2018, oneri e spese.

Nel quadro E del modello 730/2018 sono indicate le spese sostenute nel 2017 che permettono una detrazione d’imposta o a una deduzione dal reddito.

Talune spese, ad esempio sostenute per motivi di istruzione, salute o per gli interessi sul mutuo della casa, possono diminuire l’imposta da pagare (detrazioni); la misura di tali agevolazioni muta a seconda della spesa (19 per cento per quella sanitaria, 50 per la ristrutturazione edilizia e così via). Nel caso di incapienza, ovvero l’imposta dovuta è inferiore alla detrazione cui si ha diritto, la parte di detrazione che supera l’imposta non è rimborsata (eccezion fatta per le detrazioni sui canoni di locazione). (altro…)

Approfondisci