Skip to main content

Quadri RM, RT e modulo RW del modello REDDITI Persone fisiche 2018

I contribuenti che presentano il modello 730/2018 sono tenuti a presentare anche il quadro RM, il quadro RT e il modulo RW del modello REDDITI Persone fisiche 2018.

I contribuenti devono presentare il quadro RM del modello REDDITI Persone fisiche 2018 se nel 2017 hanno percepito redditi di capitale di fonte estera sui quali non siano state applicate le ritenute d’imposta nei casi previsti dalla legge italiana, se hanno percepito interessi, premi e altri proventi da obbligazioni per i quali non sia stata applicata l’imposta sostitutiva, se hanno percepito indennità di fine rapporto da parte di soggetti che non rivestono la qualifica di sostituto d’imposta e proventi derivanti da depositi a garanzia per i quali è dovuta un’imposta sostitutiva pari al 20% e se hanno percepito redditi derivanti dal noleggio occasionale di imbarcazioni assoggettati a imposta sostitutiva del 20%. (altro…)

Approfondisci

Scelta per la destinazione del due per mille dell’Irpef ai partiti politici

Il contribuente può decidere di destinare una quota pari al due per mille dell’Irpef a favore di uno dei partiti politici iscritti nella seconda sezione del registro di cui all’art. 4 del decreto legge n. 149/2013, convertito dalla legge 13/2014. L’elenco dei partiti politici viene trasmesso all'Agenzia delle Entrate dalla Commissione di garanzia degli statuti e per la trasparenza e il controllo dei rendiconti dei partiti politici. (altro…)

Approfondisci

Scelta per la destinazione dell’otto per mille dell’Irpef

Il contribuente può scegliere di destinare una quota pari all'otto per mille del gettito Irpef:

  • allo Stato per scopi di interesse sociale o umanitario;
  • alla Chiesa Cattolica per scopi di carattere religioso o caritativo;
  • all'Unione italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del 7° giorno per interventi sociali, assistenziali, umanitari, culturali;
  • alle Assemblee di Dio in Italia per interventi sociali e umanitari anche a favore dei Paesi del terzo mondo;
  • alla Chiesa Evangelica Valdese per scopi di carattere sociale, assistenziale, umanitario, culturale;
  • alla Chiesa Evangelica Luterana in Italia per interventi sociali, assistenziali, umanitari o culturali in Italia e all'estero;
  • all'Unione delle Comunità Ebraiche Italiane per la tutela degli interessi religiosi degli Ebrei in Italia, per la  conservazione delle tradizioni e dei beni culturali ebraici;
  • alla Sacra Arcidiocesi ortodossa d’Italia ed Esarcato per l’Europa Meridionale per il mantenimento dei ministri di culto, la realizzazione e manutenzione degli edifici di culto e di monasteri, scopi filantropici, assistenziali, scientifici e culturali da realizzarsi anche in paesi esteri;
  • alla Chiesa apostolica in Italia per interventi sociali, culturali ed umanitari, anche a favore di altri Paesi esteri;
  • all'Unione Cristiana Evangelica Battista d’Italia per interventi sociali, assistenziali, umanitari e culturali in Italia e all'estero;
  • all'Unione Buddhista Italiana per interventi culturali, sociali ed umanitari anche a favore di altri paesi, assistenziali e di sostegno al culto;
  • all'Unione Induista Italiana per il sostentamento dei ministri di culto, le esigenze di culto e le attività religiose, per interventi culturali, sociali, umanitari, assistenziali;
  • all'Istituto Buddista Italiano per la realizzazione delle finalità istituzionali dell’Istituto e di interventi sociali e umanitari anche all'estero, per iniziative di promozione della pace, del rispetto e difesa della vita in tutte le forme esistenti e per la difesa dell’ambiente.

(altro…)

Approfondisci

Destinazione dell’otto, del cinque e del due per mille dell’Irpef

Ogni contribuente può impiegare una scheda unica per la scelta della destinazione dell’8, del 5 e del 2 per mille dell’Irpef e può destinare:

  • l’otto per mille del gettito Irpef allo Stato o ad una Istituzione religiosa;
  • il cinque per mille della propria Irpef a determinate finalità;
  • il due per mille della propria Irpef a favore di un partito politico.

(altro…)

Approfondisci

Rimborsi, trattenute e pagamenti risultanti dalla dichiarazione dei redditi 2018

A partire dalla retribuzione del mese di luglio (agosto o settembre per i pensionati), datori di lavoro ed ente pensionistico effettueranno i rimborsi o tratteranno le somme dovute a titolo di saldo per il primo acconto Irpef, cedolare secca, addizionali regionale e comunale all’Irpef, acconto del venti per cento su alcuni redditi soggetti a tassazione separata e acconto all'addizionale comunale Irpef. (altro…)

Approfondisci