Skip to main content

Codice PIN dell’Agenzia delle Entrate

Il codice PIN dell’Agenzia delle Entrate è un codice personale che consente ai contribuenti di accedere ai servizi telematici Fisconline ed Entratel messi gratuitamente a disposizione dall'Agenzia delle Entrate.

Entratel è un canale riservato alle operazioni degli intermediari ovvero Caf, commercialisti e associazioni di categoria, della Pubblica Amministrazione nonché di contribuenti, enti e società che presentano il modello 770 semplificato. Fisconline è invece dedicato a chi non ha i requisiti per accedere ad Entratel, compresi i cittadini risiedenti all'estero. (altro…)

Approfondisci

Sistema Pubblico di Identità Digitale SPID

Con SPID non sono più necessari i molteplici codici utilizzati finora per accedere ai servizi online delle pubbliche amministrazioni e delle imprese accreditate.

L’Agenzia delle Entrate permette infatti di accedere con un'unica Identità Digitale (username e password) a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione attraverso il Sistema Pubblico di Identità Digitale SPID. (altro…)

Approfondisci

Rendita integrativa temporanea anticipata RITA

La pensione anticipata RITA è una prestazione che amplia le opportunità della previdenza complementare e consente l'erogazione di un reddito in attesa dell'età pensionabile.

La rendita integrativa temporanea RITA è stata introdotta dalla legge di Bilancio 232/2016 per l’anno 2017 ma ampiamente rinnovata e stabilizzata con la Legge di Bilancio n° 205/2017 per l’anno finanziario 2018, normativa di riferimento (art. 1 commi 168-169). Si tratta di uno strumento previsto per i dipendenti che, cessata l’attività lavorativa, entro cinque anni dalla domanda raggiungano l’età anagrafica per la pensione di vecchiaia (66 anni e 7 mesi, 67 anni dal 2019), per coloro che accedono a forme di esodo incentivato, isopensione (istituto che consente ai lavoratori dipendenti in esubero di anticipare la pensione con costi interamente a carico dell’azienda), fondo esuberi (sempre nei cinque anni dalla pensione di vecchiaia). (altro…)

Approfondisci

Precompilata 2018 disponibile on line sul sito dell’Agenzia delle Entrate

Da lunedì 16 aprile sono disponibili on line sul sito dell'Agenzia delle Entrate il modello precompilato 730/2018 (già compilato in tutte le sue voci, per pensionati e lavoratori dipendenti) e il Modello Redditi 2018 (per dipendenti e lavoratori autonomi).

Si potrà accedere alla dichiarazione precompilata dal sito dell’Agenzia delle Entrate tramite credenziali SPID (che consente l’accesso, con un’unica identità digitale, a tutti i servizi online della pubblica amministrazione), come utente NoiPa (per i dipendenti della pubblica amministrazione) o come utente INPS mediante PIN dispositivo. Il modello può essere scaricato dal sito dell'Agenzia delle Entrate direttamente o delegando un centro di assistenza fiscale (CAF) o un professionista abilitato. (altro…)

Approfondisci

APE Sociale, anticipo pensionistico a costo zero

La legge di bilancio 2017 ha introdotto un’indennità, erogata dall'INPS e a carico dello Stato, per i lavoratori appartenenti a determinate categorie che abbiano compiuto 63 anni di età e non siano già titolari di pensione diretta, in Italia o all'estero.

La misura è sperimentale, sarà in vigore fino al 31 dicembre 2018 ed ha l’obiettivo di accompagnare all'età pensionabile determinati soggetti che versino in specifiche condizioni; è soggetta a dei limiti di spesa e riguarda i dipendenti pubblici, privati e i lavoratori autonomi. Ne sono esclusi i liberi professionisti iscritti presso le casse professionali.

L'indennità APE Sociale spetta quindi ai lavoratori iscritti all'Assicurazione generale obbligatoria dei lavoratori dipendenti, alle forme sostitutive ed esclusive della stessa, alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi, nonché alla Gestione separata di cui all’art. 2, comma 26, della legge n. 335 del 1995, che si trovino nelle seguenti condizioni: (altro…)

Approfondisci

APE volontaria: anticipo finanziario a garanzia pensionistica.

L’APE è un prestito bancario erogato dall'INPS con rata mensile, garantito dalla pensione di vecchiaia e riconosciuto in via sperimentale con le leggi di Bilancio del 2017 e del 2018,  dal 1° maggio 2017, prorogato fino al 31 dicembre 2019.

Può essere richiesto da tutti i lavoratori, iscritti a qualunque tipo di gestione pensionistica, che abbiano raggiunto l’età e i contributi minimi e il cui assegno già maturato per la pensione di vecchiaia non sia inferiore di 1,4 volte il trattamento minimo INPS. Non possono presentare domanda di APE i liberi professionisti iscritti alle casse professionali. (altro…)

Approfondisci

Prospetto informativo dell’Agenzia delle Entrate sull’utilizzo delle tasse

Da metà aprile 2018, in concomitanza con l’avvio della stagione della dichiarazione dei redditi, i contribuenti potranno conoscere come sono state riutilizzate dall'Erario le imposte versate nel periodo d’imposta relativo al 2017 (Irpef, cedolare secca sugli affitti e contributo di solidarietà). Il nuovo servizio informativo è stato promosso dall'Agenzia delle Entrate al fine di migliorare i servizi e il senso di partecipazione dei cittadini, nonché la trasparenza in ambito fiscale. (altro…)

Approfondisci

Bonus sicurezza per la video sorveglianza

In FiscoLa legge 208 del 2015 (articolo 1, comma 982) ha previsto agevolazioni fiscali per l’acquisto di impianti di videosorveglianza.

Gli oneri sostenuti dalle persone fisiche per l’installazione di sistemi di videosorveglianza digitale e impianti di allarme, nonché per le spese connesse a contratti stipulati con istituti di vigilanza dirette alla prevenzione di attività̀ criminali danno diritto al riconoscimento di un credito d’imposta, da riportare nella dichiarazione modello Redditi 2018 Persone fisiche. (altro…)

Approfondisci

Bonus sicurezza per la videosorveglianza

In FiscoLa legge 208 del 2015 (articolo 1, comma 982) ha previsto agevolazioni fiscali per l’acquisto di impianti di videosorveglianza.

Gli oneri sostenuti dalle persone fisiche per l’installazione di sistemi di videosorveglianza digitale e impianti di allarme, nonché per le spese connesse a contratti stipulati con istituti di vigilanza dirette alla prevenzione di attività̀ criminali danno diritto al riconoscimento di un credito d’imposta, da riportare nella dichiarazione modello Redditi 2018 Persone fisiche. (altro…)

Approfondisci