Skip to main content

Determinazione della retribuzione del lavoratore

L’entità della retribuzione viene determinata dai Contratti Collettivi Nazionali di Lavoro (CCNL) in relazione ai diversi settori di attività ed al diverso livello di inquadramento dei lavoratori. Il livello di inquadramento viene riconosciuto nel momento dell’assunzione in relazione al titolo di studio, alla professionalità posseduta e alle mansioni assegnate. La retribuzione indicata all'interno dei diversi CCNL rappresenta una misura minima al di sotto della quale il contratto individuale del singolo lavoratore non può scendere. Il datore di lavoro, insieme alla retribuzione, deve consegnare al lavoratore anche un prospetto paga (busta paga) indicante le diverse voci che compongono la retribuzione.

Approfondisci

Lavoro Straordinario

Il lavoro straordinario è quello prestato oltre l’orario di lavoro normale. Esistono comunque dei limiti massimi per l’attribuzione delle ore di straordinario: non sono ammesse in media più di 8 ore settimanali di lavoro straordinario. I contratti collettivi regolano il ricorso al lavoro straordinario nel rispetto dei limiti sopra indicati. In mancanza di regolamentazione da parte dei CCNL il lavoro straordinario è ammesso solo a seguito di accordo tra datore e lavoratore per un periodo che non superi le 250 ore annue.

Approfondisci